Una giornata nella bellissima Bolzano!

Dopo la visita a Trento, vorrei parlarti in quest’articolo della mia gita a Bolzano.
Anch’essa famosa per i Mercatini di Natale, merita una visita anche durante la bella stagione.
Al contrario di ciò che si potrebbe pensare, essendo un ambiente montano, Bolzano non è l’ideale per trovare un po’ di frescura lontano dalle grandi città: essendo sorta in una conca tra i monti, quando il clima è soleggiato Bolzano si scalda molto. Pensa che c’erano 33° quando ci sono andata!
Iniziamo con l’itinerario!

Il centro storico di Bolzano

Ho trovato il centro di Bolzano un luogo molto caratteristico. Ricco di tipiche casette montane, con balconcini sporgenti e finestrelle graziose, e circondato dai bellissimi monti, regala un’atmosfera rilassante.
Giungendo nel centro dal ponte Talvera, troverai sulla tua sinistra un bellissimo parco accanto al torrente: il Parco Petrarca. Con l’erba molto curata e grazie al rispetto degli abitanti, è il luogo ideale per rilassarsi, fare una passeggiata, girare in bici, giocare a pallone o anche soltanto prendere il sole. Per godertelo con più calma, ti consiglio di andarci in mattinata: al pomeriggio, infatti, vi si recano molte persone.
Se visiti Bolzano il sabato, poco prima del ponte, in mattinata, si svolge un grande mercato di specialità culinarie, frutta, ortaggi e vestiti.

Percorrendo Via Museo attraverserai una delle zone più popolate del centro città.
Poco dopo il ponte, vi è il Museo Archeologico dell’Alto Adige, che ti consiglio vivamente di visitare. Tre quarti della propria esposizione permanente sono dedicati al tema dell’uomo venuto dal ghiaccio: Otzi. Ho trovato molto emozionante vedere i resti di quest’uomo vissuto 5000 anni fa e ritrovato casualmente nel 1991 da una coppia di coniugi durante un’escursione!
La prenotazione sul sito è obbligatoria, vista anche l’alta affluenza. Puoi effettuarla a questo link: http://www.iceman.it/

Museo Archeologico dell’Alto Adige – Ipotesi su Otzi

Proseguendo lungo via Museo, giungerai in Piazza delle Erbe, in cui tutti i giorni, ad eccezione del sabato pomeriggio, si tiene il famoso mercato di frutta e verdura dal 1295. Il Conte Mainardo II nel 1277 fece abbattere le porte e le mura della città e, facendo ricoprire il fossato, istituì questa stretta e lunga piazza che divenne il centro economico della parte sottoposta alla sua diretta sovranità.

Da Piazza delle Erbe puoi immetterti in Via Portici, una zona ricca di negozi di ogni tipo, per fare un po’ di shopping al riparo dal caldo della città. Ho gradito molto che non vi erano soltanto le note catene di negozi, bensì era possibile trovare prodotti originali e anche artigianali.

Via Portici a Bolzano, ideale per lo shopping!

Imboccando invece Via della Mostra, e proseguendo per diversi metri, giungerai nella bellissima piazza Walther, la zona a mio avviso più movimentata della città. In piazza potrai fermarti in uno dei tanti bar a fare aperitivo, circondato dalle Dolomiti, oppure visitare il bellissimo Duomo di Bolzano, dedicato a santa Maria Assunta.
Il Duomo è un gioiellino all’apparenza soltanto gotico, costruito a partire dal XI secolo.
In realtà, al suo interno è possibile osservarne le fondamenta romane.
L’esterno fu ricostruito dopo essere stato parzialmente distrutto durante la seconda guerra mondiale.

Piazza Walther e il Duomo di Bolzano

A pochi passi dal Duomo si trova la Chiesa dei Domenicani. Il primo insediamento di frati domenicani nella città risale al 1272, ma già agli inizi del Trecento la prima chiesa viene ricostruita ed ampliata secondo una tipologia edilizia propria degli Ordini Mendicanti.
Nel corso del XIV secolo la chiesa venne dotata di cappelle gentilizie e si procedette alla costruzione del complesso conventuale, articolato in origine intorno a tre chiostri, di cui attualmente se ne conserva solo uno: ti consiglio di visitarlo, ti incanterà!

Soprabolzano

Se hai modo di trascorrere l’ora di pranzo o del tramonto a Bolzano, ti do un suggerimento che non ti pentirai di seguire. Al termine di Via Portici si trova la Funivia del Renon, utilizzata dai locali per raggiungere Soprabolzano.

Soprabolzano, una frazione del comune del Renon, si trova sull’altopiano sopra la città di Bolzano ad un’altitudine di 1.221 m s.l.m.. La cabinovia che ti ci porterà, molto moderna e spaziosa, ti regalerà una bellissima vista sulla valle: guarda il video per fartene un’idea!
Se sei un amante delle camminate in montagna, ti segnalo che è possibile raggiungere questo posto anche a piedi, attraverso un percorso tracciato.

La Funivia del Renon

Quando giungerai a Soprabolzano, ti sembrerà di essere in un piccolo mondo a parte.
Circondato dai monti, questo paesino è molto tranquillo e più in stile montanaro rispetto alla città di Bolzano. Pur non essendoci particolari monumenti da visitare, ad eccezione della Chiesa di San Giorgio e San Giacomo risalente al XIII secolo, ti consiglio di recartici per godere del bellissimo panorama.

Soprabolzano

Dopo una passeggiata all’arrivo, mi sono recata alla Gloriette Guesthouse, un edificio stupendo adibito ad alloggio, ristorante e bar. La particolarità del posto è che si affaccia sui monti, e i tavolini fuori sono molto panoramici.

Dopo aver bevuto un buon aperitivo ed essermi fatta rapire dal tranquillissimo contesto, mi sono diretta alla Trattoria Pizzeria Babsi per pranzo.
Ho trovato il cibo eccellente, l’accoglienza e la cordialità del personale notevole, e i prezzi onesti. Tra gli altri te lo consiglio vivamente, ma ricorda che è necessaria la prenotazione.

Il pranzo alla Trattoria Pizzeria Babsi di Soprabolzano

Spero che questo articolo sulla città di Bolzano ti sia piaciuto e ti abbia dato interessanti spunti per una visita qui. Fammelo sapere lasciando un commento sui social! Per non perderti nessun aggiornamenti, iscriviti alle mie pagine su Instagram, Facebook, Linkedin o Pinterest oppure alla newsletter!
A presto,
Greta


Un commento

  1. Ho avuto occasione di visitare Bolzano in due occasioni: durante l’Adunata degli Alpini nel 2012 nel mese di maggio (e il clima era piacevole) e durante i Mercatini di Natale a fine novembre. Averla vissuta durante l’Adunata è stata un’esperienza molto emozionante. Era tutta pedonale e potevo visitare i musei a prezzo speciale!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...